“Il colloquio è andato bene, grazie!”

Mi riprometto che quando mi fissano un colloquio devo evitar di mettere i manifesti e successivamente dire “Il colloquio è andato bene, grazie!”.

Alla fine ok, mi hanno chiamata ma non vuol dire che mi prendano. Dentro di me penso “Ma dai, come possono non farlo sono meravigliosa”, ma poi vedo il mio CV e penso “Punto sulla personalità, la simpatia, e vado di atteggiamento che è meglio”.

Addirittura tanta è l’autostima che penso “CV ne mando pochi metti mai mi prendono e devo dire di no a qualcuno” e non ne mando nemmeno al nord perchè per adesso do una possibilità al meridione e quasi mi spavento a mandare CV alle aziende nordiche perchè “Si, sicuramente mi chiamano … che scherzi”.

Poi comunque lo dico a casa del colloquio, anche ad amici, zii, il panettiere e anche al marocchino o responsabile della viabilità che premuroso mi lava il vetro della macchina del tipo “Sa, ho un colloquio comunque non ho monete ciao”.

Poi vado in azienda, e non esagero nel vestiario perchè si, è importante il mio cervello non l’aspetto estetico! E non mi trucco perchè non stiamo andando ad un cocktail party ci vuole serietà! Mi siedo e vengo demolita nel piano “esperienze lavorative” ma si, vedo che comunque hai triennale specialistica e quanti corsi che hai fatto (giusto per giustificare la mancanza si esperienza lavorativa) per cui wow sei preparatissima (e insomma).

Si parla di tutto, dell’università che non ti prepara per il mondo del lavoro, che le aziende chiedono troppo e danno poco (furba a dirlo davanti un datore di lavoro il cui unico obiettivo è pagare meno ed ottenere sempre di più), che si chiede esperienza e gioventù ma io di giovane ho solo l’animo (bugie su bugie). E niente, esco quasi soddisfatta e vedo occhi ottimisti, strette di mano vigorose e fiere penso “Caspio, mi chiamano sicuro” addirittura mi dicono “Se non ti chiamiamo non pensare sia andata male … abbiamo bisogno di tempo per valutare delle cose”.

Si certo. Ancora aspetto. Nel frattempo partecipo a MasterChef, vinco il programma e divento opinionista nell’Arena di Giletti accanto a Klaus con una montatura di occhiali sicuramente migliore.

E cosa dicono agli altri (famiglia, amici, marocchino ovvero clean carglass manager)?

“Ma si, il colloquio è andato bene, grazie!”

SHARE IT: